Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Diete e alimentazione » I grassi buoni amici della dieta

I grassi buoni amici della dieta

I grassi nella dieta

dieta grassi

-----


I grassi vengono spesso associati all’aumento di peso. Questo in realtà è corretto solo in parte in quanto, sebbene molti grassi facciano effettivamente ingrassare, altri, i cosiddetti grassi “buoni”, fanno bene all’organismo e favoriscono la perdita di peso.
Vediamo quindi quali sono questi grassi “buoni” che possono portare beneficio all’organismo.

I grassi buoni e gli integratori alimentari

Una dieta sana è fondamentale per bilanciare l’apporto di questi grassi che servono alle funzioni più disparate e consentono sicuramente di vivere in salute più a lungo.
Sono fondamentali infatti gli acidi grassi essenziali e in particolare gli Omega 3, 6 e 9, che come è noto sono contenuti soprattutto nel pesce.
Il pesce in questione è solitamente “grasso”, come per esempio il salmone o le aringhe.
In una dieta equilibrata va inserito almeno 3 volte a settimana ed è importante per mantenere le arterie pulite e i livelli di colesterolo buono (HDL) e, nello stesso tempo, contrastare quello cattivo (LDL).
La funzione fluidificante del sangue permette di abbassare anche la pressione arteriosa, di prevenire malattie cardiovascolari, e di migliorare la circolazione periferica con un’ottima vascolarizzazione dei tessuti.
I grassi buoni si trovano anche in quelli cosiddetti “polinsaturi” e hanno anche la capacità di prevenire il manifestarsi della sindrome dismetabolica, in particolare del diabete.

Perché favoriscono la perdita di peso

La possibilità di dimagrire inserendo nella dieta questo tipo di grassi è dovuta principalmente al senso di sazietà, che possono dare anche in piccole quantità, inibendo lo stimolo della fame.
In particolare mantengono il livello di zuccheri nel sangue che quando cala da luogo a una richiesta d’ingestione di nuovi zuccheri. L’equilibrio che si crea quindi a livello glicemico è quello che consente di mangiare meno.
E’ il caso per esempio della frutta secca, come noci e pistacchi ottimi come snack, ma anche l’olio di oliva extravergine e i semi di lino (questi ultimi contenuti nel pesce azzurro).


I benefici dei grassi buoni

Anche l’olio di pesce (in particolare quello di colza) conserva le sue proprietà benefiche con i grassi buoni ed è consigliato soprattutto durante la gravidanza.
Favorisce infatti lo sviluppo neurologico prevenendo la sindrome da deficit di attenzione, ma i grassi buoni sono ottimi anche per l’apparato di riproduzione e per la vista.
Naturalmente i grassi buoni fanno bene anche durante l’infanzia (in particolare gli Omega 3), perché mantengono l’energia e la lucidità mentale soprattutto negli anni di studio e per la memoria.
Per gli anziani possono alleviare gli stati infiammatori, quelli depressivi ma anche i sintomi delle malattie mentali come la schizofrenia o il disturbo bipolare.
Un acido grasso molto raro da trovare negli alimenti è quello pinoleico che è contenuto nei pinoli. In genere ne basta un cucchiaino al giorno per avere la giusta dose, ma è comunque consigliabile usare moderazione perché contengono anche altri grassi (cattivi).
Per avere una carica di energia e vedere positivi effetti per una pelle tonica e idratata, ma anche per denti in salute è ottimo l’olio di cocco.
Se poi volete ottenere anche un effetto antiossidante contro il trascorrere degli anni allora usate l’olio di canapa.

Un caso particolare come l’uovo

Da sempre si sente parlare dell’uovo demonizzandolo per il suo contenuto di colesterolo. Effettivamente è un alimento che ne contiene in quantità superiori rispetto ad altri, ma solo nel tuorlo, mentre l’albume è un’importante fonte di proteine che legano bene anche con la quantità di lecitina, che invece contrasta proprio l’accumulo di grasso lungo le nostre arterie.
In una dieta sana è bene consumare massimo due uova a settimana e senza friggerle.

Le quantità di grassi buoni nella dieta

E’ un punto fermo quello di non abusare se si pensa che i nutrizionisti consentono l’uso di 2 cucchiai di olio extravergine di oliva al giorno e solo a crudo.
Vale lo stesso concetto per le altre fonti di grassi buoni che tuttavia possono anche essere assunti sotto forma di integratori per facilitare il raggiungimento del fabbisogno giornaliero.

 

-----
-----

Insomma, come abbiamo visto i grassi, in quantità accettabili, fanno bene alla dieta. È importante pertanto assumere questi elementi in maniera costante e poiché risulta difficile raggiungere il fabbisogno giornaliero solo con il cibo, è consigliato rimpiazzare tale deficit con integratori alimentari che si possono acquistare online ad esempio sul sito glucosamine.com.

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
Denunciato Andrea Diprè per lo sfruttamento di Sara Tommasi

  Andrea Diprè denunciato da il Falco per sfruttamento e circonvenzione di incapace Lui un essere viscido, visibilmente drogato che...

Chiudi