Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Salute donna e benessere » Quali sono i sintomi dell’influenza?

Quali sono i sintomi dell’influenza?

Come capire se si si ha l’influenza

donna con influenza

-----


Con i primi freddi, è facile cadere vittime dei soliti e noti malanni di stagione. Nel linguaggio comune, in molti giustificano la loro assenza al lavoro o i loro malesseri dicendo di essere influenzati, tuttavia spesso si tratta di una generalizzazione che non trova conferma in un’analisi ben più approfondita del nostro malessere generale.
I sintomi dell’influenza, infatti, sono inequivocabili e, dopo averli analizzati, converrete che l’influenza è una vera e propria malattia, da tenere ben distinta dai raffreddori o sindromi di raffreddamento più comuni. Infatti, secondo i medici, l’influenza colpisce una persona circa una decina di volte nella vita e le fa passare dei brutti giorni: insomma, verrebbe da dire che l’influenza (quella vera) colpisce poco, ma bene.

I sintomi influenza individuati dai medici prevedono un sensibile e brusco innalzamento della temperatura corporea (sopra i 38 gradi), un sintomo respiratorio (come mal di gola, tosse, naso chiuso o, al contrario, che cola) e un sintomo generale (stanchezza, dolori muscolari o dolori articolari).


Solo in presenza di questi specifici tre sintomi possiamo dire di essere influenzati, altrimenti siamo in presenza di un comune e ben più leggero raffreddamento: i medici infatti analizzato la triade di sintomi per verificare l’effettivo contagio influenzale; in assenza di questi tre fattori, non possiamo dirci in presenza dell’influenza, ma di una delle numerose sindromi parainfluenzali che circolano in abbondanza ogni inverno.

L’influenza viene trasmessa per via virale e i suoi picchi di diffusione oscillano, a seconda delle stagioni, fra la fine dell’anno e i primi mesi di quello nuovo; per prevenire l’influenza c’è solo la strada del vaccino: se dal raffreddore possiamo tutelarci con le opportune manovre cautelative (evitando, ad esempio, gli sbalzi di temperatura, curando frequentemente l’igiene delle mani e con una abbondante quantità di frutta e verdura), dall’influenza ci si può proteggere solo con il vaccino.

Il vaccino influenzale, raccomandato per alcune fasce di soggetti (ad esempio, anziani), ha un’efficacia elevata (circa 80%) e, in caso di contagio, permette di diminuire i giorni di malattia, a patto di vaccinarsi con un discreto anticipo in quanto occorrono almeno 10 giorni per avere una effettiva copertura.

-----
-----

Se volete saperne di più sui sintomi influenza, potete trovare un dossier molto approfondito al link http://www.saperesalute.it/network/malanni-invernali/influenza/influenza

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
Malattia di Tay-Sachs: definizione, sintomi e cause

  Che cosa è la malattia di Tay-Sachs? Come si manifesta? Chi colpisce? Si può curare? La malattia di Tay-Sachs...

Chiudi