Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Amore e matrimonio » Spiare il partner su Whatsapp e Fb: quando è ossessione.

Spiare il partner su Whatsapp e Fb: quando è ossessione.

Con l’avvento dei social network, tutti noi abbiamo una vita parallela più o meno “legale” Una sorta di second life che può causare una ossessione di controllo da parte del o della partner, che può arrivare ai livelli dell’ossessione.

infedelta donna coppia

-----


Un caso tipico: lui fa il commerciante, sposato. Un giorno dice a sua moglie che deve assentarsi da casa per un paio di giorni, per motivi di lavoro. Lei invece, casalinga, ci crede, perché non è la prima volta che il suo lavoro lo porta alle fiere di settore, anche lontano da casa. Ma in realtà non esiste niente di tutto questo. Lui ha una doppia vita: moglie devota a casa, amante focosa pronta per un weekend in un posto da favola, con mare e centro benessere al seguito. Se poco più di 10 anni fa l’uomo l’avrebbe fatta franca, ora è diverso. Ora esiste Facebook, dove tutti sanno tutto. Bata una distrazione, come le foto di lei o di lui che inavvertitamente hanno postato, finiscono sulla pagina di un amico della moglie, la quale le vede e ottiene separazione con addebito…e forse il caro commerciante ci guadagna pure un occhio nero e i vestiti fuori dalla finestra. Come un tag o una condivisione può rovinare tre vite.


Colpa delle vite parallele virtuali. Facebook, Twitter e altri social hanno il pro che possono far emergere lati del carattere sconosciuti ai più, ma di contro sono difficili da gestire, in quanto i partner, forse dotati di un sesto senso, tendono a controllare molto spesso. Non c’è via di uscita, perché la luce verde vicino al nome non mente mai. SE poi aggiungiamo, su Whatsapp e talvolta su FAcebook, l’orario dell’ultimo accesso, la gelosia può galoppare al pari passo con la fantasia. Peggio, poi, se non è connesso: lui o lei ha deciso di disattivare la chat, chissà dove è, con chi è.

Questo frugare tra la vita digitale, battezzata anche second life, è ormai diventata quasi una ossessione, al punto che se la persona in questione, magari stufa di tutta questa tecnologia, decide di disattivare i servizi, si arriva al punto di pensare al peggio, perché chi si toglie da Facebook, al giorno d’oggi, ha qualcosa da nascondere.

Non è il caso di farne uan malattia comunque: uan donna sa d’istinto se nella sua relazione c’è qualcosa che non vada. Se lui vuole togliersi da Facebook non è detto che abbia una, come se toglie la localizzazione e l’ultimo accesso, magari vuole solo isolarsi dai colleghi o stare tranquillo. Ovvio, se è un comportamento che fa in determinati orari e si comporta in maniera ambigua, meglio chiarirsi subito onde evitare di essere la casalinga devota della premessa.

 

GD Star Rating
loading...
Spiare il partner su Whatsapp e Fb: quando è ossessione., 2.0 out of 10 based on 1 rating
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
uomo donna felici insieme
Come risvegliare il desiderio reciproco secondo la scienza

Stuzzicare l’eros non vuol dire solo usare biancheria intima ed inventarsi trame tipo 50 sfumature di grigio: esistono, secondo la...

Chiudi