Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Vita da mamme » Pedofilo dietro Talking Angela: verità o bufala?

Pedofilo dietro Talking Angela: verità o bufala?

L’app Talking Angela è in realtà una trappola usata dai pedofili per adescare bambini?

talking angela

-----


A Rovigo è scattato l’allarme per una app molto amata dai ragazzi. Talking Angela, infatti, è una app che permette di interagire con un gattino virtuale e parlare in chat. Ma alcuni genitori, insospettiti, hanno deciso di rivolgersi alla Polizia Postale di Rovigo. Il sospetto infatti è quello che dietro la rassicurante immagine del gattino ci sia un signore di mezza età, seduto in uan specie di ufficio, con alle spalle una libreria. E oltre a questo, le domande che sono state rivolte a dei bambini sono talmente esplicite che fanno presumere che dietro il gattino ci sia la mano di un pedofilo, il quale cercherebbe addirittura di carpire informazioni personali per incontrare proprio materialmente i piccoli ignari.

Il gioco incriminato appartiene alla Outfit 7, società che realizza altre app simili: permettono infatti di far interagire il giocatore, rispondendo a delle domande poste e di partecipare a quiz e giochi interattivi. Esempio di Talking Angela è quello di accarezzare il gattino attraverso il touch screen e prendersene cura come un animaletto vero. Ovviamente la smentita della società non è tardata, anzi, ha fatto sapere che probabilmente c’è stato un attacco hacker che mira ad impadronirsi delle foto dei ragazzini (appena l’app viene scaricata, si attiva la webcam).


La domanda, comunque, sorge spontanea: ma è giusto o no dare la libertà ai prorpi figli di giocare e chattare? A quanto pare, tablet e smartphone non hanno assolutamente segreti per loro, tanto che ormai esistono i pedofili 2.0. Non è una bufala purtroppo, visto che non solo a Rovigo, ma anche in tutta Italia ci sono state delle segnalazioni simili.

A Rovigo intanto i genitori vivono letteralmente nel terrore, in quanto temono che immagini dei propri figli possano finire in mano alla malavita. Ma ci si chiede: dove erano i genitori quando i loro figli accarezzavano il gattino e parlavano con lui? E’ assodato che se si vogliono proteggere i propri figli si devono monitorare, specie se navigano in Internt e se usano delle chat. Già gli adulti trovano persone poco raccomandabili anche nelle chat più innocenti, è d’obbligo quindi assistere alle conversazioni dei più piccoli e se serve allertare chi di dovere.

-----
-----

via: http://www.ilrestodelcarlino.it

GD Star Rating
loading...
Pedofilo dietro Talking Angela: verità o bufala?, 9.4 out of 10 based on 19 ratings
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
mestruazioni sesso
Fare l’amore col ciclo mestruale

E' possibile avere rapporti durante le mestruazioni? E' pericoloso o no? Si può restare incinta? Ecco le risposte Sulla questione...

Chiudi