Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Vita da mamme » Parto con epidurale, tutto quello che c’è da sapere

Parto con epidurale, tutto quello che c’è da sapere

L’epidurale: un’anestesia per rendere il parto indolore! Ecco quello che si deve conoscere di questa pratica

epidurale

-----


Il parto è l’esperienza più desiderata e temuta al tempo stesso da ogni donna incinta; il forte desiderio di stringere tra le proprie braccia il tanto atteso figlio va di pari passo con la paura dell’insopportabile dolore, descritto da tutte le donne che hanno già vissuto l’esperienza.

Ed è per questo che sempre più donne si mettono alla ricerca di metodi per rendere il parto indolore, e nella ricerca si imbattono sempre nella epidurale.

Quest’ultima, infatti, serve ad azzerare i dolori del travaglio e del parto! Ma vediamo più da vicino come agisce e se può essere eseguita su tutte le donne in procinto di partorire.

L’epidurale è una tecnica anestetica, nota anche con il termine peridurale, e nella pratica si riferisce all’iniezione eseguita dall’anestesista per mezzo di un catetere; la zona interessata da questa iniezione è quella lombare, ma nello specifico lo spazio peridurale.

L’ago, infatti, oltrepassa l’osso e lo spazio peridurale, in prossimità del sacco durale(all’interno del quale si trova il midollo spinale!), senza bucarlo. E in questa zona che finirà la soluzione anestetica locale, che farà scomparire i dolori legati al parto, e farà in modo che la mamma partecipi attivamente allo stesso. La durata della stessa è molto soggettiva, e infatti, va da un’ora o un paio, ed è per questo che si effettuano diverse somministrazioni durante tutta la durata del travaglio.

Sebbene l’iniezione epidurale sia molto frequente tra le donne incinte, prima di poter essere effettuata ha bisogno del consenso dell’anestesista; quest’ultimo sottoporrà la partoriente ad una visita anestesiologica, in aggiunta a specifici esami ematici, tra cui la conta piastrinica, l’emocromo completo, la coagulazione, le funzionalità epatica e renale.

Come ogni pratica medica, anche l’epidurale comporta degli effetti collaterali tra cui la cefalea; quest’ultima di solito scompare spontaneamente in due tre giorni. La cefalea non è l’unico effetto collaterale, infatti, essa è spesso accompagnata da vertigini, vomito e febbre, che come la stessa scompaiono spontaneamente entro pochi giorni.

-----
-----

In conclusione è necessario ricordare che le informazioni riportate hanno solo una valenza informativa e non elusiva del parere medico.

 

 

 

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
french press caffe
Tutti i modi diversi per fare il caffè

Non solo la moka. Ecco tutti i modi da provare per fare il caffè e gustare la bevanda più amata...

Chiudi