Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Diete e alimentazione » Ricette primi piatti: il risotto al cartoccio

Ricette primi piatti: il risotto al cartoccio

Ecco come cucinare il risotto al cartoccio

-----


Stufi dei soliti risotti? Ecco un piatto tipico della tradizione italiana che prevede di usare la tecnica del cartoccio, la quale di solito si applica al pesce. Questa ricetta salata, in realtà, prevede l’uso di crostacei quali gli scampi, in abbinamento con i funghi

Il risotto al cartoccio è un piatto tipico della tradizione italiana, forse poco conosciuto dalle casalinghe. La tecnica del cartoccio è molto antica, anche se viene applicata ai secondi piatti di pesce: la pietanza, debitamente condita, si cuoce nei propri succhi a temperatura elevata in forno o in padella.

Si serve ad ogni commensale una porzione ben chiusa in carta da forno o carta stagnola. No si dovrà fare altro che scartare e mangiare. Il risotto al cartoccio non prevede necessariamente di usare pesce o qualche tipo di verdura specifica: il bello è che si può giocare sulla stagionalità, o creare una ricetta svuota frigo raffinata ed elegante. La cottura al cartoccio è perfetta anche con il tradizionale risotto allo zafferano, il quale farà risaltare ogni ingrediente.

Ingredienti per 4 persone: 350 gr di riso, 200 gr di funghi, 300 gr di scampi, 1 spicchio d’aglio, 1 bustina di zafferano, brodo q.b., 1 peperoncino, olio extravergine di oliva.

Per realizzare il risotto al cartoccio, bisogna tritare l’aglio e il peperoncino con la mezzaluna. Versare entrambi in un tegame adatto e farli soffriggere a fiamma bassa con due cucchiai di olio extravergine di oliva: appena l’aglio sarà imbiondito, aggiungere il riso, farlo tostare e, se si gradisce, sfumare con del vino bianco. Nel frattempo, in un’altra casseruola, preparare un semplice brodo vegetale con sedano, carote e cipolla, oppure, se si hanno i minuti contati, si può ricorrere al dado vegetale. Aggiungere il brodo e far cuocere lentamente.

Mentre il riso cuoce, pulire funghi e scampi, tagliando i primi a fettine sottili. Versare entrambi nel riso facendo cuocere per pochi minuti e aggiungendo sempre il brodo: lasciare il riso al dente perché la cottura verrà ultimata in forno. In un bicchiere, mescolare acqua calda e zafferano, per poi aggiungerlo al composto. E’ il momento di realizzare il riso al cartoccio: creare degli scrigni utilizzando della carta di alluminio, richiudendoli per bene. Infornare il tutto a 200 gradi per 10 minuti, sfornarli e servire subito in tavola ogni cartoccio.

Una variante del cartoccio è la carta da forno, utile per chi preferisce far finire la cottura al microonde. Questo primo piatto si abbina perfettamente a un vino bianco leggermente frizzante ed è adatto sia per un evento formale, sia per una cena informale tra amici.

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
frigorifero cibo intossicazione alimentare
Come proteggersi da intossicazioni alimentari durante rientro vacanze estive

Non è solo il temutissimo stress da rientro a dover far preoccupare gli ormai ex vacanzieri: il rischio di rientrare...

Chiudi