Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Diete e alimentazione » Come proteggersi da intossicazioni alimentari durante rientro vacanze estive

Come proteggersi da intossicazioni alimentari durante rientro vacanze estive

Non è solo il temutissimo stress da rientro a dover far preoccupare gli ormai ex vacanzieri: il rischio di rientrare dalle ferie e trovarsi alimenti contaminati e tossici è concreto. Ecco come fare per non incorrere in questo pericolo.

frigorifero cibo intossicazione alimentare

-----
-----

Intossicazione alimentare e stress da rientro dalle vacanze estive: un mix perfetto per rendere stressante la vita, anche dopo una vacanza da sogno. Freezer e frigorifero nascondono insidie, così come la credenza e il portapane. Nessun luogo della cucina e della dispensa è sicuro, per questo la Coldiretti ha scritto una sorta di vademecum per dare la caccia a muffe, rigonfiamenti sospetti, date di scadenza e cibi deteriorati o alterati, responsabili di malesseri, intossicazioni e anche un pericolo concreto di morte. Stimolare chi rientra dalle ferie ad effettuare un check-up completo è solo un piccolo passo per salvaguardare la loro salute.

Il vademecum della Coldiretti inizia con controllare che frigorifero e congelatore funzionino bene. Oltre al famoso accorgimento di posizionare nel freezer una ciotola di acqua ghiacciata con sopra una moneta. Se essa si troverà in fondo, si dovrà buttare via tutto, perché vuol dire che il congelatore si è sbrinato. Inoltre, il ghiaccio sulle confezioni esterne di surgelati o carne indica che è avvenuta una brusca interruzione della catena del freddo, e i prodotti hanno il pericolo di provocare problemi digestivi e intossicazioni alimentari. Per quanto riguarda il frigo, gettare confezioni aperte di latte, succhi di frutta, conserve e tonno e sottoli qualora l’olio non ricopra il prodotto integralmente. Anche lo yogurt va gettato se aperto o con sospetti rigonfiamenti.

La Coldiretti raccomanda di gettare senza remore le confezioni aperte passate dal frigorifero all’ambiente esterno, oppure bevande o cibi conservati a temperatura ambiente in confezioni aperte. Gli alimenti in scatola vanno sempre controllati in base alla data di scadenza e gettati se superata. Frutta e verdura vanno controllati: se ci sono ortaggi o frutti marci, vanno buttati per non contaminare gli altri.

Argomento portapane e credenza post ferie: residui e briciole favoriscono la presenza d insetti come formiche e scarafaggi, così come le confezioni di pasta, riso e farina aperte, specie se integrale. Il pericolo è quello di trovare tracce di larve delle tarme della farina, farfalline o vermicelli che si nutrono di prodotti a base di questi cereali. Attenzione a chiudere anche i croccantini di cani e gatti per lo stesso motivo. Inoltre, le confezioni di farinacei, nonché frutta e verdura in frigorifero, e alimenti chiusi in contenitori contenenti acqua come ragù o sugo di pomodoro devono essere immediatamente buttati

-----


se hanno cattivo odore o se presentano tracce di muffa.

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
cameriera di colore
Agriturismo stroncato su Tripadvisor: cameriera di colore in costume tradizionale

Commento negativo di un cliente a un ristorante di Cortina, pubblicata da un politico di centrodestra di La Spezia: lo...

Chiudi