Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Diete e alimentazione » Frittura di pesce, ecco con quale olio bisogna farlo

Frittura di pesce, ecco con quale olio bisogna farlo

 

Quale tipo di olio si deve utilizzare se si vuole friggere il pesce sia congelato che fresco?

frittura di pesce

-----


La frittura è da tempo additata come il metodo di cottura meno salutare rispetto a quello al forno o al vapore, ma chi pensa ciò non sa che la salubrità o meno della stessa dipende dall’olio che si utilizza. Come può cambiare i valori nutrizionali, l’olio utilizzato per friggere può anche alterare il sapore dell’alimento fritto, soprattutto se si tratta di pesce. Quest’ultimo è un alimento molto delicato ed è difficile da friggere, e se si sbaglia la cottura si rischia non solo di inasprirgli il sapore ma anche di renderlo un piatto difficile da digerire.

Questo articolo nasce con lo scopo di dare indicazioni a tutte le donne di casa e soprattutto a quelle alle prime volte ai fornelli, sul tipo di olio da utilizzare per friggere correttamente il pesce, a prescindere che la sua natura sia fresca o congelata.

Per prima cosa c’è da sapere che per evitare che il pesce una volta fritto perdi parte del suo sapore naturale, è necessario utilizzare un olio che abbia un alto punto di fumo, con quest’ultimo si intende la temperatura durante la quale l’olio comincia rilasciare le impurità, perché si sa che con la frittura l’olio arriva a temperature molto elevate. Conoscere il punto di fumo di ogni singolo olio presente sul mercato non è cosa semplice, per questo motivo è possibile scegliere l’olio in merito al valore nutrizionale e capacità di non alterare il sapore del pesce. Per facilitare tale compito, di seguito saranno elencati alcuni olii e la loro relativa possibilità o meno di utilizzarli per la cottura del pesce.

-----
-----

L’olio di mais, il più utilizzato per la frittura, è consigliato non solo perchè ha un punto di fumo molto alto (450 gradi Fahrenheit), ma anche perchè durante lo stesso il sapore dello stesso rimane neutro, il che significa che si può friggere il pesce senza comprometterne il sapore.
L’olio di oliva come pure l’olio extravergine di oliva non è consigliato per una frittura di lunga durata, non solo perchè  ha un punto di fumo di 400 gradi Fahrenheit, ma che a questa temperatura il suo sapore diventa amarognolo e pesante e quindi, potrebbe coprire e alterare quello del pesce. Lo stesso discorso vale per l’olio di semi, che oltre ad essere poco salutare per via dell’alto contenuto di grassi saturi, ha un sapore molto forte che può trasferire al pesce durante il processo di cottura.

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





2 commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
Come far crescere le unghie velocemente

Ecco tutti i trucchi e consigli per avere in poco tempo unghie più lunghe e che non si spezzano Avere...

Chiudi