Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Diete e alimentazione » Calano i consumi di frutta e verdura, amiche della salute

Calano i consumi di frutta e verdura, amiche della salute

In Italia si mangia poca frutta e verdura, ecco perchè

frutta verdura statistiche

-----


Con l’arrivo delle temperature elevate estive, si sa che mangiare frutta e verdura fresca è un toccasana per la salute, di grandi e piccini.

Ma negli ultimi 15 anni i consumi di questi tipi di alimenti è crollato addirittura del 30%, non arrivando neanche al consumo di un chilogrammo al giorno per famiglia.

Cifre molto al di sotto di quelle raccomandate dal Consiglio dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Nel 2013 solo il 18,4% ha consumato il quantitativo corretto di frutta e verdura giornaliero. Le cause si possono ricercare sicuramente nella crisi di questi ultimi anni, ma anche alla vita frenetica ed al consumo di cibo spazzatura. Preoccupanti i numeri che riguardano i bambini e gli adolescenti, ormai non più “educati” al consumo di questi cibi così benefici, sani e gustosi.

In questi giorni, la Coldiretti presenterà un piano di ripresa per l’agricoltura italiana, messa a dura prova da questo andamento negativo, e per stimolare i cittadini al consumo quotidiano di frutta e verdura, attuando politiche di diminuzione dei prezzi nei supermercati e condannando anche l’importazione di prodotti stranieri, prediligendo il prodotto nazionale, evitando così anche costi aggiuntivi di trasporto e deperibilità.

-----
-----

E anche sulle spiagge l’agri – Trainer insegnerà ai turisti l’importanza del consumo della frutta e verdura, come riporta il sito ravenna24ore.it

Si ricorda, soprattutto alle mamme, che ogni giorno sarebbe buona norma consumare cinque porzioni tra frutta e verdura; per “porzione” si intende un quantitativo pari ad un pugno della propria mano. Quindi facendo un esempio: 2 mele grandi, 50gr radicchio, 2 pomodori cuore di bue. Insegnate ai vostri bambini quanto buona e succosa può essere la frutta di stagione, magari anche frullata con il latte, o insaporita con zucchero e limone in una macedonia. Insistete anche sul consumo di verdura; non è mai facile farla mangiare ai nostri figli, ma magari camuffata dentro a preparazioni più complesse, la mangeranno senza farci caso!

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





2 commenti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
tumore al seno prevenzione
Tumore al seno: le conseguenze psicologiche

Non è facile accettare di essere malati di cancro. Oltre alle conseguenze fisiche, bisogna tenere conto di quelle psicologiche. Ecco...

Chiudi