Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Vita da casalinghe » Come scegliere la lettiera del gatto

Come scegliere la lettiera del gatto

Tutti i tipi di lettiere per il gatto: quale comprare e utilizzare?

lettiera per gatti

-----


Lo sanno tutti che i gatti preferiscono far i bisognini in lettiera, il problema che affligge i padroni più inesperti è scegliere il materiale con cui riempirla.

Partiamo dal presupposto che il micio di una certa età sa d’istinto dove andare, in quanto in modo istintivo appunto cerca terra o sabbia per nascondere i suoi bisogni e non spaventare le eventuali prede.

Vediamo quali sabbiette si possono usare per la lettiera

Le sabbie agglomeranti sono quelle che “fanno la palla”. Quando il gatto ci urina sopra, si addensano a formare, per l’appunto, una palla compatta di sabbia che può essere tolta facilmente senza buttare tutto il resto della sabbia. Si risparmia tempo e soprattutto denaro: si facilitano le pulizie e si deve solo aggiungere il quantitativo di lettiera mancante. Esistono le ghiaiette fini e quelle con grana più grossa.

Ci sono anche le sabbiette in cristalli, simili a sale grosso, che assorbono gli odori e sono antibatteriche. Sono usate generalmente per vedere il colore delle urine. Lo svantaggio è che non è una lettiera agglomerante, quindi appena diventa gialla bisogna cambiarla e lavare per bene la lettiera. Alcuni gatti inoltre provano fastidio perché i granuli tendono a pungere le zampette.

Ne esistono di ecologiche, di vegetali, di profumate alla lavanda o al pino, perfino costose lettiere autopulenti con sabbietta che viene lavata automaticamente. Meglio evitare quelle profumate perché i mici non le tollerano nella maggior parte dei casi, inoltre, sono molto polverose.


Può capitare che con un gattino dal passato randagio ci siano dei problemi: si può provare a mischiare della terra con la sabbia della lettiera prescelta, aumentando quest’ultima gradatamente. Molti non lo sanno, ma non basta una lettiera per un gatto: è preferibile avere una lettiera in più per ogni gatto, in quanto ognuno ha la sua preferita, e può capitare che il gattino preferisca fare i bisogni solidi da una parte piuttosto che dall’altra. E’ consigliabile comprare una cassettina aperta e adatta alle dimensioni del gatto (più grande è, meglio è comunque). Nelle cassettine chiuse si accumulano gli odori, e poi in natura i gatti fanno tutto alla luce del sole. Al limite, si può mettere la cassettina in un vecchio trasportino che si apre dall’alto, oppure chiuderla usando una scatola di cartone bucherellata o tagliata in alto. Quindi ,s e i hanno due gatti, due lettiere + 1.

lettiera micio

Quando pulirla? Ogni fine giornata bisogna togliere i bisognini con l”apposita paletta, mentre almeno ogni 7-15 gg per quelle non agglomeranti e un mesetto per quelle agglomeranti. Si lavano con acqua e sapone, niente detergenti aggressivi, al massimo, per disinfettare il tutto, si può usare acqua ossigenata nell’ultimo risciacquo per uccidere i batteri, oppure mettere tre gocce di Tea Tree Oil in un panno pulito e strofinarlo sul fondo. Si può tranquillamente lasciare asciugare all’aria, e dopo asciutta riempire nuovamente di sabbietta, nella misura indicata nella scatola.

La quantità di sabbia adeguata dipende dal gatto e dalla lettiera: personalmente, usano le agglomeranti, preferisco riempire con 4-5 dita di sabbia, magari abbondo anche un po’, in modo che la palla non si sgretoli e lasci in cassettina pezzi di sabbia bagnata, odiati dai gatti.

Anche il luogo dove mettere la lettiera del gatto è fondamentale. Meglio in bagno, dove c’è privacy, o in un altro luogo dove il micio non i sente disturbato da suoni o rumori molesti.

GD Star Rating
loading...
Come scegliere la lettiera del gatto, 8.0 out of 10 based on 2 ratings
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
beatbox rossetto giorgio armani
Beatboxing per pubblicizzare rossetti

Labbra turgide e con il rossetto protagoniste di un brano Beat Box: la pubblicità dei rossetti di Giorgio Armani Il...

Chiudi