Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Salute donna e benessere » Ospedali a misura di donna, ecco quali sono

Ospedali a misura di donna, ecco quali sono

Sono 306 gli ospedali italiani “amici delle donne”: ecco l’elenco

Cresce il numero di ospedali italiani sempre più attenti alla salute delle donne. In dieci anni, infatti, il numero di strutture che hanno guadagnato il Bollino Rosa di Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna) è passato da 44 a 306. a ottenerli sono stati gli ospedali che si sono distinti grazie all’impegno nella promozione della medicina di genere e per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali malattie femminili.

Bollini Rosa 2018-2019: gli ospedali per donne

donna dottoressa ambulatorio

Nel 2017 i Bollini Rosa compiono dieci anni. Per il biennio 2018-2019 sono stati assegnati ben 306 riconoscimenti dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna.

Guardando i numeri ancor più nel dettaglio emerge che: 71 ospedali hanno ottenuto il massimo riconoscimento (tre bollini), 183 due bollini e 52 un bollino. In più, sono 13 gli ospedali che hanno conquistato una menzione speciale per la presenza al proprio interno di un percorso diagnostico-terapeutico dedicato alle donne nell’ambito della cardiologia.

L’attenzione alla salute femminile cresce anche presso l’opinione pubblica. Le campagne di sensibilizzazione, infatti, stanno, a poco a poco, riuscendo a favorire una maggiore tendenza alla prevenzione da parte delle donne, che si traduce in più controlli e anche in un maggiore interesse verso i  prodotti e i servizi dell’assicurazione sanitaria come quelli offerti da Unipolsai 

-----


.

I criteri di aggiudicazione dei Bollini

I Bollini sono stati assegnati nel corso di una cerimonia che si è svolta, a inizio dicembre, a Roma, presso il Ministero della Salute. Il questionario di candidatura era composto da più di 300 domande suddivise in 16 aree specialistiche.


La Commissione era presieduta da Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, e i riconoscimenti sono stati assegnati tenendo conto dei seguenti criteri: la presenza di aree specialistiche di maggior rilievo clinico ed epidemiologico per la popolazione femminile, l’appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici e l’offerta di servizi rivolti all’accoglienza e presa in carico della paziente, come la telemedicina, la mediazione culturale, l’assistenza sociale. Rispetto agli anni scorsi, inoltre, sono state introdotte numerose novità interessanti nei criteri di valutazione.

In particolare, si sono aggiunte due nuove specialità, la geriatria e la pediatria, ed è stata valutata la presenza di percorsi “ospedale-territorio”, in particolare con riferimento alle aree specialistiche che riguardano patologie croniche come cardiologia e diabetologia. In più, con riferimento all’accoglienza presso le strutture ospedaliere, si è tenuto conto anche della presenza del servizio di Pet-Therapy per i pazienti ricoverati.

Quali sono gli ospedali a misura di donna?

Per conoscere l’elenco completo delle strutture che hanno ottenuto i Bollini rosa è necessario aspettare l’8 gennaio 2018, quando sarà possibile consultarlo sul sito di Onda. Inoltre, grazie al rinnovo della collaborazione con Federfarma, anche per i prossimi due anni, le 17 mila farmacie distribuite su tutto il territorio nazionale forniranno alla clientela femminile indicazioni per trovare l’ospedale a “misura di donna” più vicino.

“Celebriamo quest’anno con una medaglia a tutti gli ospedali premiati i dieci anni dei Bollini Rosa: siamo partiti con 44 ospedali nella prima edizione e festeggiamo oggi il traguardo di 306 ospedali. In questi anni la rete degli ospedali ‘amici delle donne’ si è allargata e solo rispetto al biennio precedente quelli nuovi sono 86”, ha affermato Francesca Merzagora, Presidente di Onda.

“In questo decennio sono stati fatti molti passi avanti nell’ambito della medicina di genere e la salute delle donne sta diventando un punto di attenzione per molte strutture, come dimostrano i nostri dati, ma c’è ancora molto da fare. Onda lavora a fianco di questi ospedali per promuovere un approccio ‘di genere’ nell’offerta dei servizi socio-sanitari, imprescindibile per poter garantire una corretta presa in carico della paziente in tutte le fasi della vita.

-----
-----

La partecipazione dei Bollini Rosa alle iniziative promosse da Onda, in occasione di giornate dedicate a talune patologie femminili, mettendo a disposizione prestazioni cliniche e diagnostiche gratuite, consentono di avvicinare la popolazione a diagnosi e cure sempre più mirate e specifiche”.

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
sposa bambina comunione
La comunione come un ricevimento nuziale: la bambina “sposa”

Un servizio andato in onda su Rai 2, ha fatto discutere moltissimo gli italiani sulle spese da sostenere per l'organizzazione...

Chiudi