Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Bellezza femminile » L’Orèal e Estèe Lauder multate per pubblicità ingannevole

L’Orèal e Estèe Lauder multate per pubblicità ingannevole

Paragonano creme di bellezza a trattamenti di chirurgia estetica, è pubblicità ingannevole: sanzionate L’Orèal e Estèe Lauder

creme di bellezza pubblicita ingannevole

-----


Una crema antirughe non può essere efficace come un trattamento laser estetico, o di un lifting o ancora di un intervento di chirurgia estetica. E’ ciò che ha stabilito l’Autorità Garante della Concorrenza del Mercato, lo scorso 27 febbraio, che ha sanzionato pesantemente per pubblicità ingannevole delle marche famosissime, con una sanzione pecuniaria di ben 400mila Euro. La pubblicità ingannevole in Italia non passa inosservata, e le sanzioni sono salatissime.


Il prodotto incriminato è la linea Repairwear Laser a marchio Clinique, sotto Estée Lauder. La pubblicità , diffusissima a mezzo stampa, Internet, spot e quant’altro, paragona l’efficacia della linea di prodotti a un trattamento di medicina estetica., e non solo, anche in un lasso di tempo specificato nelle varie pubblicità. Il confronto induce il consumatore, o per meglio dire, la consumatrice, ad acquistare il prodotto, anche perché certamente è più economica una crema o un siero piuttosto che una seduta laser o una seduta di medicina estetica; inoltre il prodotto no avrebbe controindicazioni rispetto al laser.

Dopo test e studi effettuati, si evince che il prodotto e la seduta di laserterapia non hanno la stessa efficacia per il semplice fatto che sono due trattamenti diversi e con diversa efficacia: un campione di donne ha testato l’efficacia sia dell’una che dell’altro e i risultati di chi ha usato la linea incriminata sono disomogenei.

Anche L’Orèal è stata sanzionata per lo stesso motivo, a causa del prodotto Revitalift Laser X. L’azienda si è assunta l’impegno di evitare, nelle future campagne pubblicitarie dei cosmetici, il paragone tra medicina estetica e trattamenti correlati. L’Orèal si vede costretta quindi a modificare tutte le confezioni e le campagne pubblicitari correlati a questo prodotto. Essa dovrà eliminare non solo i riferimenti ai trattamenti laser, ma anche le percentuali di miglioramento riportate nelle varie pubblicità e nelle confezioni, oltre che i tempi necessari per ottenerli e mantenerli.

via: http://www.ilsecoloxix.it/

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

*

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
forni miele
#Design4life: gli elettrodomestici Miele presentati al Salone di Milano

#Design4life: l’iniziativa di Miele In occasione della Design Week 2014 l'azienda tedesca Miele, storico leader nel settore degli elettrodomestici di...

Chiudi