Da non perdere!!!
VITA DA DONNE » Attualità, notizie e gossip » Kyrie Eleison, il bar di Ariis di Rivignano-Teor con confessionale e trono

Kyrie Eleison, il bar di Ariis di Rivignano-Teor con confessionale e trono

Il Kyrie Eleison, un bar a metà tra vecchio castello, chiesa e confessionale. Il prete appare nei biglietti da visita di questo bar dove si trovano un trono, un’armatura e un confessionale.

-----


Kyrie Eleison, Christe Eleison. Ma ad Ariis, un paesino della Bassa Friulana nel Comune di Rivignano-Teor, questa parola assume un altro significato.

Durante le ricorrenze religiose, come la recente del Primo Novembre in cui si commemorano tutti i Santi, e il 2 novembre con la ricorrenza dei defunti, il bar Kyrie Eleison si è preparato a dovere per accogliere i visitatori di passaggio per la visita dei loro cari in cimitero e per partecipare alla tradizionale Fiera dei Santi.

Esso non è altro che un piccolo bar, unico forse in tutta Italia se non in tutto il Friuli, aperto nel 2010 da Fernando Gallicci e da Consuelo Bevilacqua. Scopo dell’idea era creare un punto di incontro per gli abitanti della frazione di Ariis.

Raccontano i due fautori che esiste una leggenda riguardo al nome: quando si incontravano in convento, in monastero o in chiesa, se uno voleva andare a bere qualcosa diceva appunto Kyrie Eleison.

Se l’altra persona rispondeva Christe Eleison, i due andavano a prendersi un bel bicchiere di vino insieme, ma se stava zitto, non si faceva nulla. Un codice tra ecclesiastici per celare abitudini poco divine e molto umane, e il contrasto è evidente nel bar di Ariis.

Appena si varca la soglia, si rimane spiazzati tanto da chiedersi de sia il caso di fare il segno della croce o meno. I due soci ci tengono però a dire che il Kyrie Eleison non vuole assolutamente prendere in giro la fede cattolica o ridicolizzare nessuna fede, semplicemente è stato pensato come punto di aggregazione per la manciata degli abitanti di Ariis, i quali erano costretti ad emigrare nella vicina Rivignano o a incontrarsi in chiesa per fare quattro chiacchiere.

Salta subito all’occhio il bancone, decorato con una specie di broccato e con sopra un confessionale in cui si paga il conto, il Conquibus. E’ stato il signor Fernando a realizzarlo, come tutti gli arredi ecclesiastici presenti. Altre caratteristiche del luogo sono il soffitto, decorato con un lampadario particolare e un dipinto tondeggiante, le poltroncine di aria antica in sala, un’area dedicata ai libri, uno spazio in cui sono presenti dei quadri antichi e la “Sala del Trono” con un trono proveniente dall’Inghilterra, una vera armatura e una collezione di spade. Tutti cimeli racimolati in giro per antiquari e per mercatini dell’usato. L’aspetto è troppo macabro? E’ caratteristica di Rivignano: la Fiera dei Santi, in occasione delle festività dei Defunti, ospita una chicca mondiale, ovvero il Festival mondiale della canzone funebre. Molto meglio bere qualcosa al Kyrie Eleison ad Ariis di Rivignano!

Il bar si trova subito, in quanto Ariis, alias il Principato di Ariis, è veramente piccolissimo: si deve passare una specie di ponticello su un corso d’acqua e appare subito l’insegna. Tra i frequentatori, anche il prete che appare anche sui biglietti da visita: il motto del Kyrie è “pace e bere” e si può fare dalle 9 alle 21, escluso il lunedì.

 

GD Star Rating
loading...
blog facebook



Rimani aggiornata


Ti è piaciuto l'articolo?
Rimani aggiornata su Vita Da Donne!!


Ricevi le novità di articoli nella tua casella email. (Niente spam, la tua email è al sicuro --> Eventualmente puoi cancellarti con un click.)





Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*


*

Scroll To Top
Leggi articolo precedente:
Mercatini di Natale 2016 Italia, quando iniziano e dove andare con i bambini

Data di inizio e chiusura dei mercatini di Natale per il 2016: da Salerno con le sue Luci di Artista,...

Chiudi